Rimedi per intolleranza al lattosio: integratori di enzima lattasi e calcio

Pubblicato il

Bentornata Farmacista Fungo

Di intolleranza al lattosio abbiamo già parlato tante volte. Se vi siete persi qualcosa o volete fare un ripasso, potete leggere il mio mega spiegone dettagliato cliccando qui. Ma oggi voglio farmi aiutare dalla ormai celebre Farmacista Fungo per affrontare e chiarire degli aspetti specifici, quali gli integratori di enzima lattasi o calcio e la presenza di lattosio nei farmaci.
Quindi direi di non perdere tempo e leggere subito quello che ci scrive la nostra farmacista di fiducia.

“Tra le intolleranze alimentari quella al lattosio è sicuramente una delle più frequenti e conosciute. È dovuta alla carenza dell’enzima lattasi, necessario per rendere digeribile il lattosio. lo zucchero contenuto nel latte. In commercio esistono dei prodotti che possono essere usati nella terapia contro l’intolleranza al lattosio.

Prima di parlarne, però, ci tengo a fare una piccola premessa: attenzione a non eliminare completamente latte e derivati dalla dieta, altrimenti il rischio è che il nostro corpo si disabitui completamente all’assunzione di lattosio fino ad arrivare alla totale incapacità da parte del nostro organismo di produrre da sé l’enzima lattasi. Ti consiglio di rivolgerti al tuo medico o a un nutrizionista per ulteriori consigli.

Ed ora vediamo insieme i prodotti che possono aiutare gli intolleranti al lattosio.

INTEGRATORI A BASE DI ENZIMA LATTASI

In commercio puoi trovare integratori alimentari a base di enzima lattasi. Come abbiamo già detto, un paziente affetto da intolleranza al lattosio è carente di questo enzima, e quindi l’integrazione dello stesso è sicuramente un valido aiuto nella digestione del lattosio. Ma cos’è esattamente questo prodotto? Non è un farmaco ma un integratore alimentare sotto forma di compresse, all’interno del quale si trovano grandi quantità di enzima lattasi. Solitamente le capsule devono essere prese circa mezz’ora prima del pasto, solo nel caso in cui in esso siano inclusi latticini. Non si tratta di una cura: semplicemente l’enzima consente di digerire il lattosio ingerito durante il singolo pasto. Questi integratori non hanno particolari controindicazioni, non necessitano di prescrizione medica e si trovano in farmacia. Ne esistono di vari tipi ma le differenze non sono molto significative, cambia semplicemente la quantità di enzima per capsula e quindi il numero che devi assumerne prima del pasto. Fai attenzione: in alcuni casi possono contenere glutine.

INTEGRATORI A BASE DI CALCIO

Nella dieta di un intollerante al lattosio un’altra problematica potrebbe essere la carenza di Calcio. Questo elemento di per sé non influisce sugli spiacevoli effetti indesiderati tipici dell’intolleranza, ma è comunque utile per il benessere generale dell’organismo integrarlo in caso di carenza. Attenzione però che in certi casi gli integratori di calcio potrebbero interagire con l’utilizzo di altri farmaci quindi prima di assumerli è sempre meglio consultare il medico. Sottolineo anche il fatto che il calcio non è presente solo nei latticini, ma anche in altri alimenti come mandorle, pesce azzurro o spinaci. Una dieta consapevole e controllata potrebbe, quindi, non necessitare di un’integrazione.

LATTOSIO NEI FARMACI

Ultima avvertenza, forse banale ma non scontata: il lattosio non si trova solo negli alimenti! Spessissimo viene usato anche con la funzione di eccipiente in farmaci e integratori per dare volume a delle preparazioni che non possono essere fatte di sola “sostanza attiva”. Tantissime case farmaceutiche stanno cercando di ridurre al minimo l’uso di questo zucchero nelle loro preparazioni, proprio per i frequentissimi problemi di intolleranza che ormai caratterizzano la nostra società. Una buona parte dei prodotti che si comprano in farmacia riportano la dicitura “senza lattosio” ma, purtroppo, non ancora tutti. Insomma, ricordatevi di fare presente al vostro farmacista l’eventuale intolleranza al lattosio per permettergli di aiutarvi a trovare il prodotto più adatto a voi.”

IL CONSIGLIO DELLA SUSINA

Io personalmente uso poco gli integratori di enzima lattasi nella vita quotidiana: preferisco adattare la mia dieta alle esigenze del mio organismo. Non ho tolto completamente il lattosio dalla mia alimentazione: consumo prodotti delattosati (ovvero che contengono lattosio ma in piccole quantità) e, talvolta, piccole porzioni di prodotti contenenti latte o derivati. Tuttavia, giro sempre con un blister di compresse di enzima in borsa: che sia al ristorante, da amici o a fare un aperitivo al bar posso sempre ricorrere all’integratore se mi viene voglia di un cibo teoricamente proibito. Ad esempio, le compresse di enzima lattasi mi hanno permesso di gustare la pizza a Napoli! E vi assicuro che questa esperienza non ha prezzo.

(se volete scoprire di più sulle mie pizze mangiate a Napoli leggete qui) 

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.