Parliamo di tumore al seno

Pubblicato il

Non sono solita “festeggiare” giornate come la festa della donna, san valentino, la festa del papà… Ho sempre pensato non avesse molto senso ricordarsi di una categoria di persone solo in un giorno specifico dell’anno. Però se la festa della donna può diventare un’occasione utile per parlare di prevenzione del tumore al seno allora è tutta un’altra storia.

Grazie agli amici di Lilt Milano (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) ho scoperto tantissime cose che non sapevo.In Italia ogni anno ci sono circa 54.000 nuovi casi e l’incidenza sulla popolazione è in costante crescita (circa dello 0,3% annuo). Per avere un’idea più tangibile del problema vi basti pensare che circa 1 donna su 8 riceve una diagnosi di tumore al seno durante la vita. Fortunatamente il tasso di mortalità risulta in calo (-0,8%/anno) e la sopravvivenza media dopo 5 anni dalla diagnosi è pari all’87%. Questo risultato è stato ottenuto soprattutto grazie ad una maggiore sensibilizzazione verso corretti stili di vita e la diagnosi precoce.

Per saperne di più vi consiglio di visitare la pagina dedicata al tumore alla mammella del sito di Lilt Milano.

Mi voglio soffermare, invece, sull’autoesame del seno: uno strumento che abbiamo letteralmente a portata di mano ma che troppo spesso sottovalutiamo. L’autoesame si compone principalmente di due fasi:
  1. Osservazione di seni, cavi ascellari e capezzoli davanti allo specchio. Questa operazione va compiuta di fronte e di lato, sia con le braccia lungo i fianchi che con le braccia alzate.
  2. Autopalpazione eseguita con indice, medio e anulare della mano, tenendo il braccio corrispondente al seno esaminato piegato dietro la nuca. Questa operazione va eseguita sia in piedi che sdraiate.

Se volete qualche consiglio in più vi suggerisco questo video che mostra e spiega nel dettaglio tutte le fasi dell’autoesame della mammella.

Concludo con il mio augurio di oggi per tutte le donne: amatevi ogni giorno e non dimenticatevi mai di prendervi cura di voi stesse!

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.